Percorso spirituale tra i Monti del Parco Ausoni

Percorso spirituale tra i Monti del Parco Ausoni

Monte Arcano: sacro connubio tra spirito arte e natura

I santuari del Monte Arcano

Il percorso che si snoda lungo le pendici del Monte Arcano parte dal Monastero di San Magno per concludersi al Santuario della Madonna della Rocca, che accoglie i viandanti sulla vetta.

Dall’alto potrete ammirare la bellissima pianura distesa alle pendici del monte, Fondi e Monte San Biagio.

Tra i due santuari si trova un’area sacra ai Cristiani sin dall’antichità: negli anfratti delle pendici del monte si nascosero e in seguito vennero trucidati numerosi martiri.

Monastero di San Magno

Come arrivare

Partendo dal Monastero ci si dirige verso la valle di Vardito, seguendo il sentiero si arriverà alla fontana di san Mauro e in seguito si scorgeranno i ruderi dell’Eremo di San Michele, prima di arrivare al Santuario della Madonna della Rocca.

La passeggiata si snoda lungo 8.3 chilometri. Non è consigliata per i bambini in quanto presenta molti punti di salita ripida e discese poco agevoli.

Itinerario del sentiero quercia del monaco

Per poter percorrere il sentiero quercia del monaco è necessario lasciare l’auto al chilometro 36 della strada statale 637 che collega i comuni di Lenola e Vallecorsa. Questo sentiero è stato ripristinato nel 2014 grazie a finanziamenti europei. Nel primo tratto si raggiunge un abbeveratoio utilizzato anche dai pastori e noto con il nome di Belvedere. Da qui infatti si può ammirare la pianura di Fondi. Continuando il cammino si percorre un vero e proprio sentiero che attraversa le pietraie ai piedi di Cima del Monte. Si raggiunge poi un insediamento risalente all’XI secolo D. C. e che è noto come i ruderi di Acquaviva. Poco prima di arrivare ai ruderi si trova la zona che un tempo era il confine tra il Regno Borbonico e lo stato Pontificio. Qui è stata allestita un’apposita area dove è possibile fare un pic-nic.

Fondi castello baronale

Le caratteristiche principali del sentiero

Una delle caratteristiche più interessanti del sentiero quercia del monaco consiste nel fatto che può essere percorso durante tutto l’anno. La distanza totale è di poco superiore ai 4 chilometri e richiede un tempo totale di 4 ore di cammino. Uno dei principali motivi per cui si consiglia di percorrere questo sentiero è il fatto che durante la maggior parte del tragitto è possibile godere di un bellissimo panorama di questa zona del Lazio.

Articoli collegati

Alla scoperta delle Grotte di Pastena

Alla scoperta delle Grotte di Pastena

Terracina, cosa vedere: un viaggio tra storia e spiaggia

Terracina, cosa vedere: un viaggio tra storia e spiaggia

Alla scoperta della bellezza del lago di Fondi

Alla scoperta della bellezza del lago di Fondi

Perché visitare Sperlonga

Perché visitare Sperlonga