Sostegno psicologico: cos’è e come funziona

Sostegno psicologico: cos’è e come funziona

Può capitare che, a causa dei più disparati fattori, ci si senta sopraffatti dalla sofferenza o dal dolore. Si attivano in questi casi dei meccanismi di difesa. Sono meccanismi inconsapevoli e di per sé innocui. Servono infatti a proteggerci. Il problema è che questi meccanismi di protezione dovrebbero sempre essere temporanei, pena il rischio di non uscire più da quel limbo in cui noi stessi ci siamo messi, pena il rischio di non riuscire a progredire, di restare fermi. In questa staticità si può stare bene solo per un po’ di tempo, poi la sofferenza anziché diminuire aumenta. Che fare? C’è la necessità di avere un buon sostegno psicologico, facendo affidamento su dei su dei professionisti della salute mentale.

Sostegno psicologico, cos’è

Grazie ad un buon sostegno psicologico è possibile intervenire sui meccanismi di difesa, su tutti questi comportamenti ripetitivi e abitudinari che altro non sono se non un modo per mascherare la sofferenza o il dolore. Si diventa consapevoli di questi meccanismi e della loro inefficacia. Si diventa sempre più consapevoli di se stessi e si impara a conoscersi a fondo. Ecco che è così possibile superare lo stallo che noi stessi avevamo creato e tornare a vivere la propria quotidianità in modo estremamente sereno.

Impossibile pensare che una sola seduta con un professionista della salute mentale possa portare a questa consapevolezza di sé e alla risoluzione dei propri problemi. Si tratta di un cammino lungo, di durata variabile a seconda del soggetto. È insomma necessario armarsi di un po’ di pazienza, ma ne vale davvero la pena.

Sostegno psicologico come funziona

Il professionista della salute mentale ascolta prima di tutto il suo paziente. L’ascolto però è solo la prima fase di una relazione comunicativa più complessa, basata sull’empatia. Tramite l’ascolto e il dialogo, ecco che lo psicologo e il paziente hanno la possibilità di definire insieme quali siano gli obiettivi da raggiungere e quale sia il cammino che è meglio intraprendere. Questo per quanto riguarda il sostegno psicologico individuale. È però possibile fare affidamento su un professionista della salute mentale anche per i problemi di coppia e per i problemi con i figli.

Il sostegno psicologico di coppia

Le crisi di coppia sono un fenomeno del tutto naturale. Non significa affatto che non vi sia amore, che l’amore si è andato via via a spegnere nel corso degli anni. Non significa affatto che quella coppia debba necessariamente separarsi.

Alle volte infatti si tratta solo di problemi di comunicazione, relazionali, di un disequilibrio che per i più disparati motivi si è venuto a creare. Da soli può essere complesso riuscire ad affrontare questo genere di problematiche. Un professionista della salute mentale può essere di aiuto.

Ascolta entrambi i membri della coppia, per capire quali siano i loro bisogni, quali le aspettative che entrambi hanno. Può aiutare la coppia a capire quali confini debbano essere stabiliti per vivere in modo sereno. Può aiutarli a comunicare meglio e a relazionarsi senza rabbia, stress, ma anzi in modo tranquillo, calmo, ponderato.

Sostegno psicologico alla genitorialità

Sono molti i genitori che non riescono ad assumere in modo eccellente il loro ruolo. Sono genitori che non riescono a mettersi in relazione al meglio con i loro figli, non riescono a comunicare loro, perdendo quindi autorità e comportando un’educazione lacunosa.

Anche in questo caso il sostegno psicologico può essere di grande aiuto, soprattutto nel caso di figli in età adolescenziale con i quali la comunicazione risulta sempre particolarmente complessa. Il professionista della salute mentale riesce ad aiutare i genitori a comprendere al meglio quale sia il loro ruolo all’interno della famiglia e a comunicare con i figli. La relazione genitore figlio migliora e la famiglia riesce con il passare del tempo a vivere la quotidianità in modo sereno.

Articoli collegati

Feste compleanno: spendere tanto non è sinonimo di qualità

Feste compleanno: spendere tanto non è sinonimo di qualità

New Mobility Audi: novità in arrivo per la gamma E-Tron e le Plug-In

New Mobility Audi: novità in arrivo per la gamma E-Tron e le Plug-In

Usato sicuro? Con Audi si può

Usato sicuro? Con Audi si può

Ricambi: risparmiare non sempre conviene

Ricambi: risparmiare non sempre conviene