Biancheria intima ecosostenibile, 5 motivi per sceglierla

Biancheria intima ecosostenibile, 5 motivi per sceglierla

Poche cose sono personali quanto ciò che indossiamo sotto ai nostri vestiti. La nostra biancheria intima inizia la nostra giornata con noi; dovrebbe essere comodo, farci sentire fiduciosi e sexy senza sforzo e, idealmente, riflettere i nostri valori di etica e sostenibilità.

Sono sempre più i marchi di abbigliamento etici e sostenibili che rispettano le persone e il pianeta, anche per quanto riguarda l’intimo. Quando si tratta di qualcosa di così intimo a contatto con la nostra pelle, preferiamo che la nostra biancheria intima sia realizzata con fibre naturali traspiranti prive di sostanze chimiche tossiche. Indossare lingerie di alta qualità, comode e naturali ci consente di superare le nostre giornate con un po’ di consapevolezza in più sul fatto che stiamo aiutando il nostro pianeta ad essere un posto migliore.

Son in aumento i marchi di biancheria intima eco-consapevoli che utilizzano fibre naturali ecologiche e materiali riciclati che possono aiutarti a sentirti libero e sicuro, dentro e fuori! E sono in crescita anche gli store dove acquistare biancheria ecosostenibile, come il negozio di intimo a Cavriago Monny Intimo che tra i diversi brand tratta aziende che puntano tutto sulla sostenibilità.

5 motivi per scegliere biancheria ecosostenibile

  1. L’intimo con tessuti naturali è la scelta migliore per l’ambiente

La biancheria intima biologica è realizzata in cotone, bambù, canapa o altre fibre naturali coltivate biologicamente. E, proprio come il cibo coltivato biologicamente, le colture da fibra coltivate biologicamente sono eco-sostenibili. La fibra organica certificata deve essere coltivata senza l’uso di pesticidi tossici, fertilizzanti sintetici e ogm. E uno studio di Textile Exchange ha scoperto che, confrontando il cotone prodotto convenzionalmente con il cotone biologico, il cotone biologico ha il potenziale per ridurre gli effetti del riscaldamento globale del 46%, ridurre l’erosione del suolo del 26% e ridurre il consumo di energia del 62%.

  • La biancheria intima organica è migliore per la nostra salute

Ciò che fa bene all’ambiente fa bene anche alla nostra salute. Pensaci, tutti quegli erbicidi, pesticidi e fertilizzanti chimici usati nelle colture di fibre coltivate convenzionalmente finiranno sul tessuto che finisce sulla tua pelle.

Oltre alle sostanze chimiche applicate alle colture prima ancora che siano state trasformate in tessuto, ci sono anche tutte le sostanze chimiche aggiunte ai tessuti non organici prima di essere vendute ai consumatori. Formaldeide, sostanza chimica perfluorinata (PFC), nonilfenolo etossilato (NPE), p-fenilendiammina (PPD) – molte di queste sostanze chimiche legate a problemi di salute come allergie, disturbi ormonali e cancro.

  • La biancheria intima organica aiuta a prevenire la crescita dei batteri

Eccoci di nuovo a parlare di batteri e biancheria intima. Ma questa volta è per dirti che la biancheria intima organica può effettivamente aiutare a prevenire la crescita di batteri e infezioni da lieviti, come i nuovi tessuti antivirali. Hai mai sentito come il cotone sia il tessuto più traspirante? Bene, quanto pensi che sia traspirante quando è coperto dalle suddette sostanze chimiche? Nel frattempo, il cotone biologico ha tutta la traspirabilità, ma nessuna delle tossine.

Molti marchi di biancheria intima realizzano i loro prodotti con materiali sintetici, che possono intrappolare l’umidità e incoraggiare tutti i tipi di cose divertenti a crescere vicino alla tua regione inferiore. Tuttavia, anche se indossi biancheria intima di cotone biologico, potresti voler cambiare un paio fresco dopo aver fatto esercizio o aver svolto altre attività che provocano sudore.

  • La biancheria intima organica è più comoda

Se hai mai indossato qualsiasi tipo di abbigliamento realizzato in tessuto organico, sai di cosa sto parlando. È … così … morbido! E ci sono ragioni reali per cui è più comodo dei tessuti non organici. Ad esempio, il cotone biologico viene raccolto a mano anziché a macchina, il che preserva la lunghezza delle sue fibre e porta a un materiale più morbido.

Anche le colture biologiche vengono ruotate piuttosto che coltivate nello stesso terreno anno dopo anno, portando a un raccolto più sano e di qualità superiore. I coloranti utilizzati sono naturali oa base d’acqua, che è più delicato sulla pelle. I marchi di biancheria intima biologica tendono anche a realizzare i loro prodotti senza l’uso di elastici eccessivamente stretti, in modo che non si leghino o pizzichino come la biancheria intima non biologica.

  • L’acquisto di biancheria intima organica supporta le aziende etiche

Se un’azienda si impegna a procurarsi e utilizzare tessuti organici nella realizzazione dei propri indumenti intimi, ci sono buone probabilità che stia facendo molte altre cose nel modo giusto. Ma non dare per scontato. Fai la tua ricerca!

Articoli collegati

Traslocare a Roma: quali sono i vincoli?

Traslocare a Roma: quali sono i vincoli?

Le termiti: cosa sono e perché possono rappresentare un problema

Le termiti: cosa sono e perché possono rappresentare un problema

Come un SEO freelance posiziona un sito di viaggi

Come un SEO freelance posiziona un sito di viaggi

Feste compleanno: spendere tanto non è sinonimo di qualità

Feste compleanno: spendere tanto non è sinonimo di qualità