Cos’è un’oncia Troy?

Cos’è un’oncia Troy?

Quando inizi a comprare e vendere oro, argento e altri metalli preziosi, potresti essere sorpreso di scoprire che per pesare i metalli preziosi viene utilizzata un’unità di misura diversa. In genere, questi metalli vengono pesati utilizzando il sistema di peso troy rispetto al modo più familiare di misurare altri prodotti dall’uso comune.

Può sembrare un sistema inutilmente complicato, ma ci sono buone ragioni per cui i metalli preziosi hanno una propria unità di misura. Il troy è stato mantenuto come unità di misura standard per garantire che gli standard di purezza e altre misure comuni rimanessero coerenti nel tempo.

Storia dell’oncia troy

Nessuno sa con certezza quando e dove sia nato il sistema di misurazione Troy, ma la spiegazione più diffusa è che il suo nome derivi da Troyes, un mercato commerciale in Francia. I commercianti venivano da tutto il mondo per acquistare e vendere merci, quindi un sistema di pesi standardizzato avrebbe reso gli affari molto più facili. Più tardi, molti luoghi in Europa hanno inventato la propria versione dell’oncia troy, ma si ritiene che il troy francese sia il sistema più strettamente correlato a quello che usiamo oggi.

Se ci preoccupiamo di risalire alle origini di questa unità di misura ancora più indietro, potremmo guardare al sistema monetario romano. I romani usavano i lingotti di bronzo come valuta ed un dodicesimo del peso dei lingotti o era chiamato “uncia”, o oncia. Oggi, un’oncia troy è un dodicesimo di una libbra troy.

L’oncia troy oggi

Prima dell’adozione del sistema metrico, il re Enrico II d’Inghilterra, nato in Francia, aggiustò il sistema di conio britannico per essere più aderente al sistema troy francese. Il sistema fu periodicamente modificato, ma i pesi troy come li conosciamo oggi furono usati per la prima volta in Inghilterra nel 1400. Nel 1527, l’oncia troy divenne la misura standard ufficiale per l’oro e l’argento in Gran Bretagna, e gli Stati Uniti finalmente seguirono l’esempio nel 1828 e successivamente il resto del mondo.

Oggi, l’oncia troy è l’unica unità di misura del sistema di pesi troy che utilizziamo. Proprio come i commercianti di Troyes in Francia, acquirenti e venditori oggi hanno bisogno di una buona forma standardizzata di misurazione dei metalli preziosi.

L’oncia troy in Italia

Il sistema di misura del peso a once non è diffuso in Italia come invece nel mondo anglosassone dove le la distinzione tra once “normali” e once troy è di circa il 10% del peso. Diventa facile nel nostro paese quindi riferirsi ad un lingotto o moneta d’oro in un peso in once senza specificare troy. In molti paesi del mondo nella vita quotidiana, magari per comprare cose a peso tipo farina o altre cose, si dice semplicemente il numero di once che sottintende che si tratta tecnicamente di once avoirdupois, pari a 28,35 grammi, mentre quando si parla di oro o altri metalli preziosi viene sempre indicato il termine Oncia Troy

Quanto pesa in grammi un oncia troy? Quanto viene valutata dai compro oro

Un oncia troy è pari a 31,10 grammi. Se hai per caso dell’oro in forma di monete e che vuoi vendere presso un Compro Oro Roma, puoi notare che su una delle facce è indicata chiaramente una dicitura del tipo “1 Oz Fine gold” (sulle monete Liberty Eagle americane da 31,10 grammi) oppure “1 OZ Or Pur” sulle monete Maple Leaf canadesi in oro del peso di un’oncia.

Come puoi vedere, è importante che qualsiasi acquirente di metalli preziosi abbia una conoscenza approfondita dell’oncia troy se vuole navigare in modo sicuro e intelligente nel mercato dei metalli preziosi. Sapere esattamente quanto pesa un’oncia troy ti aiuta quando ti capita di vendere una moneta o un lingotto presso un Compro Oro in quanto sai già in anticipo quanto pesa, e quindi quanto aspettarti, in cambio. Il sistema delle once troy non è invece utilizzato per il peso di gioielli o monili in oro.

Articoli collegati

Feste compleanno: spendere tanto non è sinonimo di qualità

Feste compleanno: spendere tanto non è sinonimo di qualità

New Mobility Audi: novità in arrivo per la gamma E-Tron e le Plug-In

New Mobility Audi: novità in arrivo per la gamma E-Tron e le Plug-In

Usato sicuro? Con Audi si può

Usato sicuro? Con Audi si può

Ricambi: risparmiare non sempre conviene

Ricambi: risparmiare non sempre conviene